Menù Navigazione

Numero Verde

webmail

Webmail
Numero Verde
Webmail

Dieci anni di IVG.it, come da una chiacchierata al bar sono nati 18 posti di lavoro

ivg-it-272650.660x368

Oggi, 1 aprile 2016, IVG.it compie 10 anni di vita. Di seguito l’editoriale di Matteo Rainisio, amministratore delegato di Edinet.

La data ufficiale ricorre nel mese di luglio, ma il primo “articolo di prova” è stato postato il 1 aprile 2006. Una data scelta non a caso: in molti ritenevano uno “scherzo”, una follia senza senso quella di fare un giornale online che facesse concorrenza ai “colossi” come la carta stampata e le televisioni.

l 2016 offre una doppia ricorrenza: la società editrice di IVG.it e Genova24.it, la Edinet srl, compie 20 anni mentre “il Vostro Giornale” festeggia il suo primo decennale.
Quando IVG.it è nato per leggere le notizie bisognava per forza essere a casa o in ufficio, davanti ad un monitor che era grande come metà della scrivania; non c’erano ancora Facebook e Twitter per “viralizzare” le news e pochi avevano un telefonino con schermo touch (basti pensare che il primo iPhone arrivò in Italia solo 2 anni dopo).

Oggi è tutto più veloce ed IVG, o meglio internet, è nel palmo della mano di ognuno di noi, mentre i più geek leggono le news sullo schermo dello smartwatch. In questi anni IVG.it è cresciuto e nel 2010 ha aperto una succursale a Genova, ma la cosa più importante è che in questi anni di crisi e di notizie spesso di chiusure e licenziamenti IVG.it è cresiuto anno dopo anno, sia come lettori che come lavoratori. Ed oggi sono 21 le persone tra giornalisti, tecnici, commerciali e amministrativi che lavorano un un’azienda che nel 2006 aveva “solo” due dipendenti.

Ecco, questo è il risultato più importante che vogliamo rimarcare come traguardo di questi 10 anni. Nonostante la crisi, le difficoltà di “arrivare a fine mese” e tutto quello che quotidianamente abbiamo raccontato, abbiamo stretto i denti e siamo arrivati a questo importante risultato.
Noi non abbiamo mai ricevuto nessun tipo di contributo pubblico. Anzi, ci piacerebbe “giocare” tutti con le stesse regole, non come alcuni editori televisivi genovesi che vorrebbero raccogliere, oltre le decine di milioni percepiti in questi anni, anche parte del canone Rai. Noi non facciamo “servizio pubblico” perché questo termine, per noi, vuol dire fare impresa con i soldi dei cittadini.
I dati parlano chiaro: nel mese di marzo abbiamo sfiorato i 2 milioni di accessi, una crescita del 20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

E mentre noi cresciamo sono sempre meno le copie vendute dai giornali nelle edicole savonesi, come certificato da ADS. Così come Auditel ogni mese mette nero su bianco il crollo di ascolti delle televisioni locale.
I primi a cui dobbiamo dire grazie sono i nostri lettori: a volte ci fate i complimenti e spesso ci criticate, ma ogni giorno e più volte al giorno venite a dare un occhiata alle news, ci seguite sulle nostre pagine social o sui canali whatsapp. E poi grazie alle aziende che in questi anni hanno creduto in noi facendo pubblicità sulla nostra testata: sembra scontato, ma senza di voi nulla di tutto questo sarebbe stato possibile.
Infine grazie a tutti quelli che in questi anni hanno lavorato, chi per un giorno chi per 10 anni. Come si dice in questi casi: “Il meglio deve ancora venire”.

Matteo Rainisio
amm. delegato Edinet srl

Ediblog

Loa.it