Il 21 Aprile è la data limite per adeguarsi all’ottimizzazione mobile prima del ‘Mobilegeddon’

Per anni, l’usabilità dei siti da dispositivi mobile è stato un fattore determinante per l’algoritmo di ricerca di Google. I siti che sono ottimizzati adeguatamente per l’uso su dispositivi mobili hanno un rank superiore rispetto ai loro omologhi non ottimizzati, anche su dispositivi desktop. Ma fino ad ora il fattore di ranking è stato sia limitato che ambiguo.

Oltre a un tag “mobile-friendly” associata a vari siti nei risultati da ricerca mobile, non è stato del tutto chiaro quali fattori Google considera nel calcolo delle classifiche mobili o quanti siti (o quali sono) sono attualmente colpiti. A causa di questo, molte aziende hanno rinviato o evitato di ottimizzare i loro siti per i dispositivi mobili e fino ad ora non hanno avuto particolari disagi.

Dal 21 aprile tutto cambierà.
Secondo un recente post del blog di Google, il gigante della ricerca sta attualmente lavorando ad un cambiamento importante del prorpio algoritmo che rivoluzionerà il modo in cui si si determineranno i risultati mobile. A partire dal 21 aprile il nuovo algoritmo verrà gradualmente implementato in tutto il mondo, determinando nuovi risultati per le ricerche mobili in tutte le lingue in tutti gli angoli del globo.

Scopo dell’aggiornamento
Se siete a conoscenza che Google considera già l’usabilità mobile come parte dei suoi calcoli di classifica, ci si potrebbe chiedere perché il termine del 21 aprile, soprannominato “mobilegeddon,” è importante.

E ‘vero che molti “aggiornamenti” di Google sono in realtà solo gli aggiornamenti dei dati e tweaks che poco incidono sulla classifica delle ricercahe. Tuttavia, Zineb Ait Bahajji, un membro del team di Google Trends per i Webmaster, ha esposto le nuove regole al SMX di Monaco affermando che il nuovo algoritmo mobile-friendly avrà più di un impatto sulla classifica di ricerca definendolo uno dei più grandi aggiornamenti che Google ha lanciato negli ultimi anni.

Per ora, non sappiamo molto circa l’aggiornamento in sé, quindi non è del tutto chiaro che impatto avrà. Ciò che è certo è che cambierà il modo in cui Google valuta la compatibilità mobile dei siti web, ma non sappiamo quali nuovi fattori saranno aggiunti o come questi fattori saranno in grado di cambiare la visibilità di un sito. Dato i commenti di Bahajji, è ragionevole supporre che la maggior parte dei siti non ottimizzati sul web potrebbero vedere diminuzioni significative di accessi da dispositivi mobile.

La tendenza verso la ricerca mobile
Secondo alcune stime, oltre il 60 per cento di tutte le ricerche di Google sono ora eseguite da dispositivi mobili, quindi è sensato supporre che Google voglia capitalizzare questo traffico e garantire la migliore esperienza possibile ai propri utenti.

Oltre all’aggiornamento dell’algoritmo, Google sta già iniziando a definire i cambiamenti delle nuove classifiche, in base alle informazioni da applicazioni indicizzate di utenti registrati con un account Google. Questo può avere un impatto importante sul come i risultati della ricerca vengono visualizzati e che tipo di risultati sono visualizzati. Mentre i risultati di ricerca tradizionali visualizzano esclusivamente i siti web, i risultati della ricerca in futuro potrebbero concentrarsi su applicazioni e altri strumenti portatili.

Come prepararsi alla rivoluzione
Se il sito è già mobile-friendly, non ci sarà molto da preoccuparsi. Tuttavia, se non avete ancora implementato una strategia mobile per la vostra presenza online, ora è il momento giusto per farlo. Per verificare che il proprio sito sia “Mobile-Friendly” è posibile accedere a questo tool di Google inserendo l’indirizzo del proprio sito:

https://www.google.com/webmasters/tools/mobile-friendly/?utm_source=wmc-blog&utm_medium=referral&utm_campaign=mobile-friendly

Questo 21 aprile sarà la data limite per adeguarsi, se non lo avete ancora fatto contattate i nostri esperti per un’analisi della vostra piattaforma mobile al numero verde gratuito 800 904 614.